LA RETE DEANET : SITUAZIONE ATTUALE E PROSPETTIVE FUTURE

B. BELLIERO, C. FAVA *
Società REGOLA Torino
* Clinica Radiologica Università di Torino

Il primo collegamento effettivo attuato nell’ambito del Progetto PATATRAC risale all’inizio del Febbraio ’97, ed è stato attivato in occasione dei Campionati del Mondo di Sci del Sestriere tra l’Ospedale Agnelli di Pinerolo ed il CTO di Torino.
Già in tale occasione sono stati applicati principi innovativi, a suo tempo stabiliti in ambito di Comitato Tecnico PATATRAC, rendendo il collegamento effettuato la base di una rete (denominata DEAnet) capace di includere in futuro nuove apparecchiature in modo veloce e sicuro e non una semplice connessione punto-punto tra due macchine simili.
Oggi la rete unisce in realtà tre punti, in quanto oltre alle apparecchiature dei due citati Ospedali è connessa anche una macchina che funge attualmente da Centro Assistenza (ed in futuro da Centro Servizi), mediante la quale viene supervisionata la rete ed implementate le funzionalità della stessa costituendo altresì un back-up all’intero sistema. Tale disegno intermedio ha permesso la messa a punto del software e dell’hardware in funzione delle prossime nuove installazioni.

Le incognite tecniche sui futuri utenti sono così quasi esclusivamente legate alla connessione tra le macchine del Progetto e le apparecchiature diagnostiche, nonché agli eventuali problemi di cablaggio interno agli Ospedali. L’apparecchiatura TAC di Pinerolo, non di recente installazione ed avente caratteristiche di segnale non standard, ha permesso di analizzare una delle problematiche più complesse, ma ha confermato la validità del disegno teorico.
Si è infatti dovuto prelevare il segnale dal monitor compensando lo sbilanciamento insorto per la nuova impedenza introdotta mediante un amplificatore-smistatore di segnale, per non degradare la qualità del segnale video e di quello inviato alla stampante.
Per semplificare il lavoro di tecnici e medici di Pinerolo si è inoltre provveduto a dotare la postazione TAC di una pedaliera il cui semplice funzionamento permette la cattura delle immagini per il Progetto PATATRAC senza un effettivo aggravio operativo. I passi successivi di implementazione della rete sono legati fondamentalmente a questi fattori:

  • incrementare gli Ospedali fruitori della rete
  • trasformare il Centro Assistenza in Centro Servizi
  • implementare la casistica e le problematiche analizzate
  • effettuare nuove sperimentazioni atte a fornire nuove funzionalità o a ridurre i costi

Tutti i punti sono direttamente collegati agli aspetti finanziari del Progetto che ne condizionano costantemente la tempistica di realizzazione. Ogni nuovo punto costringe il Comitato ad un esborso di denaro per apparecchiature e risorse e, anche se è nostra continua preoccupazione quella di ridurre al minimo i costi, ne condiziona ogni nuova installazione.
La scelta di costituire inizialmente un punto di Assistenza e non anche di raccolta immagini centralizzata (funzionalità che verrà in seguito totalmente automatizzata in funzione dell’aumento del numero di punti connessi) è un esempio di come l’aspetto finanziario di un progetto possa condizionarne la funzionalità. L’incremento della casistica analizzata permetterà di avere una base statistica significativa e di allargare la gestione dei traumi cranici ad osservazioni e parametrizzazioni più specifiche.

All’ultimo punto si collegano i discorsi sull’oggetto di sperimentazione futura legati all’utilizzo, in via sperimentale, delle linee Telecom ADSL (nell’ambito del Progetto "Torino 2000") le cui caratteristiche principali sono legate ad una velocità di trasmissione asimmetrica (maggiormente veloce dal centro-server verso la periferia). In questo ambito saranno sperimentati prodotti di videoconferenza e di condivisione di immagini (oltre che apparecchiature alternative a costi ridotti), ma solo come oggetti a tecnologia avanzata ed attività di tipo secondario, senza alcun impatto sulla normale attività mediante le linee ISDN.
E’ importante infatti che, oltre ad una corretta pianificazione tecnico-finanziaria, il progetto PATATRAC rimanga circoscritto alla problematica iniziale rimandando a tempi successivi l’utilizzo della rete per altri tipi di immagini diagnostiche, non solo per evitare dispersione di energie e risorse, ma soprattutto per costituire un nucleo forte e stabile di connessioni, centrato su questo tipo di patologia.

Progetto funzionale già definito:

DEAnet con utilizzo di linee ISDN (alta qualità ed affidabilità e buona velocità delle linee)
Centro Assistenza/Servizi

  • Supervisore d’impianto
  • "Centro server" per smistamento chiamate
  • (tutti chiamano tutti)

    • Raccolta dati statistici
    • Banca Dati di riferimento

Configurazione Sperimentale attuata:

CTO - Pinerolo - Centro Assistenza/Servizi

    • CTO
      • come Centro di Consulenza
      • come "Centro server" (Centro Servizi)
    • Pinerolo
      • come Acquisizione diretta dalla TAC
      • come Centro Diagnostico Periferico
    • Centro Assistenza/Servizi
      • come Raccolta Dati Statistici (Centro Servizi)
      • come Supervisore d’impianto (Centro Servizi)

Implementazioni future:

  • Connessione di nuovi utenti
  • Incremento conseguente della casistica e dei dati analizzati e statisticati
  • Estensione ad altri parametri ed osservazioni mediche (aggiornamenti software)
     

Oggetto futuro di sperimentazione:

DEAnet con Torino 2000

  • Linee ADSL
  • Integrazione ISDN-ADSL
  • disponibilità ed eventuale connessione degli archivi PATATRAC ad altre realtà informatiche dell’Ospedale
  • Videoconferenze, condivisione di immagini
  • Nuove apparecchiature